Storia ed evoluzione del Fax. Come funziona, a cosa serve?

Il primo fax fu ideato da Alexander Bain nel 1846, per essere poi sviluppato e migliorato in seguito da Frederick Bakewell, nel 1854.

Oggi la produzione di stampanti multifunzioni e fax supera i 13.5 milioni di pezzi. Le prime sono state realizzate intorno alla fine degli anni 90 e successivamente si sono evolute in sistemi digitali e soluzioni più efficienti e produttive (per approfondimenti)

Fax, cos’è?

Il fax rappresenta un servizio telefonico improntato sulla trasmissione, invio e ricezione, di immagini e documenti.

La tecnologia del fax si è evoluta radicalmente nel tempo fino agli anni Settanta quando le tre funzionalità di scansione, stampa e invio dati divennero un forte punto di riferimento per le aziende tanto da essere unite in un unico apparecchio: il telefax.

A questo “balzo” tecnologico, ha poi fatto seguito la realizzazione di stampanti a trasferimento termico, ink-jet e laser, comprensivi della funzionalità di fax per digitalizzare documenti ed immagini. Oggi è uno strumento decisamente  obsoleto e in pochi uffici si continua ad utilizzarlo, tuttavia presenta una storia interessante che merita di essere raccontata.

Come si usa(va) il fax?

Lo strumento di fax scansiona documenti, attraverso la digitazione del numero del telefono del destinatario, per un invio rapido ed intelligente ad un altro luogo munito di fax.

Il dispositivo fax opera in tre step:

  • Scansione del documento immesso nell’apposito sportello;
  • Digitazione del numero di telefono fisso del destinatario;
  • Invio del documento premendo il relativo pulsante.

Questa funzionalità abbrevia il passaggio di scrittura ed invio mail oppure di scansione al computer.

L’idea infatti nacque dalla necessità di trasmissione e condivisione di materiali per diffondere notizie ed informazioni, in tempo reale in tutto il mondo.

Ad oggi negli uffici, il singolo strumento fax viene spesso sostituito con una macchina multifunzione (fotocopiatrice, fax, stampante e scanner). Un esempio di questa tipologia di prodotto è rappresentato dalla serie  IMAGE RUNNER di Canon,

Come ricevere fax su email

Il servizio di fax via email traduce i documenti in codice, di modo che la macchina destinataria possa tradurre lo stesso contenuto e stamparlo.

I formati in cui possono arrivare i fax sono i seguenti:

  • Adobe PostScript (.ps)
  • Microsoft Word in ogni sua versione
  • Rich Text (.rtf)
  • Microsoft Excel
  • Microsoft Powerpoint
  • OpenOffice Writer Document (.odt)
  • Fogli di calcolo
  • HTML (.htm, .html)
  • Immagini TIFF e JPEG
  • Immagini GIF e PNG
  • Plain Text (.txt)
  • HP Printer Control Language (.pcl)

I passaggi da seguire quando arriva un fax sono molto semplici: il mittente compone il numero, la macchina compie il suo lavoro di trasmissione e quando al ricevente arriva la mail, basterà cliccare sull’allegato per preparare il documento all’eventuale stampa.

I server delle email sono protetti da tecnologie di sicurezza che possono essere personalizzate con una chiave di protezione su ogni documento che arriva tramite fax.

Per ulteriori chiarimenti e dubbi, Pro.digi garantisce una consulenza completa nell’acquisto e post vendita a tutti i suoi clienti, per ogni esigenza.